Benvenuto sul sito della Corte di Appello di Roma

Corte di Appello di Roma - Ministero della Giustizia

Corte di Appello di Roma
Ti trovi in:

Area Civile

Coordinatori:
Dott.ssa Valeria BONFIGLIO (Sezioni civili III, IV, VII, VIII)
Dott. Marco COLZI (Ruolo generale civile, Ufficio copie, Sezioni I, II, V, VI)
areacivile.ca.roma@giustizia.it

 

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Terra
21
06398088150

 

Funzionario responsabile:
Sig. Gianfranco Camarrone
ruologeneralecivile.ca.roma@giustizia.it

Contributo unificato

Contributo unificato spese atti giudiziari
Dal 1 marzo 2002 cambia la tassazione per le spese degli atti giudiziari. Entra in vigore, infatti, il contributo unificato di iscrizione a ruolo che sostituisce tutte le altre imposte finora versate per i procedimenti penali, civili e amministrativi. Questa nuova forma di tassazione semplifica in maniera determinante la tassazione degli atti giudiziari perche' di fatto elimina le imposte di bollo, la tassa di iscrizione a ruolo, i diritti di cancelleria, nonche' i diritti di chiamata in causa dell'ufficiale giudiziario.

Come iscrivere una causa
Si fa presente che ai sensi dell'art. 221, comma 3 del D.L.34/2020, coordinato con la legge di conversione n. 77/2020, tutti gli atti del processo civile (compreso l'atto introduttivo e la memoria di costituzione), sono depositati esclusivamente con modalità telematica.

1) Nota d’iscrizione con il codice a barre

Importante: se nell’atto e nella procura che si sta iscrivendo ci sono 2 o più avvocati difensori, è OBBLIGATORIO inserirli TUTTI nella nota, con la funzione-aggiungi avvocato.

2) Allegare n° 4 (quattro) fotocopie dell’atto di appello di CITAZIONE o del RICORSO o del RECLAMO (se si tratta di cause del Tribunale per i minorenni di Roma, le fotocopie da allegare sono 6 sei);

3) Allegare 4 fotocopie della Sentenza o Ordinanza o Decreto di Primo grado che si appella (se si tratta di cause del Tribunale per i minorenni di Roma, le fotocopie da allegare sono 6);

4) Se la causa che si sta iscrivendo è un RINVIO DALLA CASSAZIONE, bisogna allegare n° 1 (una) copia in formato digitale delle sentenze di tutti i gradi del giudizio;

5) Contributo unificato in base al valore della causa. (da dichiarare nell’atto che si presenta per l’iscrizione);

6) Diritti forfettizzati di notifica di da € 27,00 versati con modalità telematica (escluse le cause in materia famiglia, divorzio, separazione, art. 708, per le quali è dovuto il solo contributo unificato).

Come si paga
Si fa presente che ai sensi dell'art. 221, comma 3 del D.L.34/2020, coordinato con la legge di conversione n. 77/2020, il contributo unificato e i diritti forfettizzati di notifica devono essere assolti esclusivamente con sistemi telematici di pagamento.

All'atto dell'iscrizione a ruolo l'istante deve pagare il contributo dovuto negli importi previsti, tariffe consultabili in fondo nell'area modulistica
Non è soggetto al contributo unificato il processo già esente e altra procedura indicata all'art. 10 Testo Unico.
Il valore dei processi, determinato ai sensi del codice di procedura civile, deve risultare da apposita dichiarazione resa dalla parte nelle conclusioni dell'atto introduttivo, anche nell'ipotesi di prenotazione a debito.
Anche la norma che prevede l'esenzione della procedura deve risultare sull'atto introduttivo.

La parte che per prima si costituisce, che deposita il ricorso introduttivo, deve anticipare i diritti e le indennità di trasferta e le spese di spedizione (per la notificazione a richiesta dell'ufficio) per la somma di € 27,00 da versare esclusivamente con modalità telematica.

In caso di omesso o insufficiente pagamento del contributo unificato si applicano le disposizioni di cui alla parte VII, titolo VII del testo unico in materia di spese di giustizia e nell'importo iscritto a ruolo sono calcolati gli interessi al saggio legale, decorrenti dal deposito dell'atto cui si collega il pagamento o l'integrazione del contributo. La parte che modifica la domanda o propone domanda riconvenzionale o formula chiamata in causa o svolge intervento autonomo, cui consegue l'aumento del valore della causa della causa, è tenuta a farne espressa dichiarazione e a procedere al contestuale pagamento integrativo.


MODULISTICA:

Come si paga - Modalità di pagamento contributo unificato circolare

Certificato non proposto appello avverso sentenza Tribunale

Attestato del numero dei procedimenti iscritti

Contributo Unificato 2014 Tariffe

Per ottenere il rilascio di certificazioni:

Per il rilascio di certificazioni relative all’attività dell’ufficio, sono in uso gli appositi moduli che si richiedono allo sportello depositi atti presso il Ruolo Generale.
Alla richiesta di certificati vanno allegati marche e/o documenti che sono indicati nel modulo stesso.

Orario di apertura al pubblico a partire dal 10 luglio 2020:
Uffici del Ruolo Generale ore 9,00-12,00

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Secondo
224
06398088085

 

Funzionario responsabile:
Dott.ssa Giovanna LAURETI

Tel. 06398088086

ufficiocopiecivili.ca.roma@giustizia.it
copiecivili.ca.roma@giustiziacert.it


MODULISTICA:

Avviso per Copie Sentenze

Modulo Richiesta Copie

Richiesta - Certificato di non proposto ricorso per Cassazione

Competenze Ufficio:
Ricezione sentenze, dispositivi e verbali di conciliazione dalle rispettive sezioni civili e rilascio di copie uso studio, autentiche e certificazione ex artt.324-325-326-327 cpc e art.124 disp att cpc (c.d. passaggio in giudicato) di non proposto ricorso per Cassazione

Informazioni:
Per gli avvocati che sono collegati al SICID di questa Corte è possibile leggere ed estrarre copia ed eventualmente dichiararne la conformità (ex art. 52 DL n. 90 del 24.06.2014 convertito in L. n.114 del' 11.08.2014 in G.U. del 18.08.2014 della sentenza che definisce un giudizio in cui sono regolarmente costituiti, direttamente dal proprio studio.
La richiesta copie e certificazioni, deve essere depositata nel PCT (Processo Civile Telematico) - SICID, con riferimento al numero di RG del fascicolo interessato, utilizzando l'evento "atto in corso di causa" o "richiesta copie", compilando l'apposita modulistica.
Il ritiro, dopo la comunicazione dell'Ufficio, avverrà presso lo sportello nei giorni e negli orari di apertura senza necessità di appuntamento.

L'ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO ESCLUSIVAMENTE PER I RITIRI:
Esclusivamente per i ritiri nei giorni di Lunedí e Venerdí dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Primo
103
06398088093-8094

Presidente:
Dott. Diego Rosario Antonio PINTO

Funzionario giudiziario responsabile:
Dott.ssa Stefania MIGLIORE    

sez1.civile.ca.roma@giustizia.it

Sono attribuite alla PRIMA sezione civile le seguenti materie:

DIRITTI DELLA PERSONALITÀ:

  • querela di falso;
  • diritti di elettorato attivo e passivo;
  • altri istituti relativi allo stato della persona ed ai diritti della personalità
  • diritti della personalità (anche p. giur.) identità personale. nome, immagine, reputazione, riservatezza);
  • diritti della cittadinanza;
  • diritti relativi al trattamento dei dati personali.


CONTRATTI E OBBLIGAZIONI VARIE:

  • appalto di opere pubbliche;
  • responsabilità civile dei magistrati (cause di cui alla legge n. 117/1988);
  • credito per le opere pubbliche (Iett. f, art. 1 del d.vo. 5/2(03).


DIRITTO FALLIMENTARE E PROCEDURE CONCORSUALI:

  • opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento (art.18);
  • opposizione all'accertamento dello stato d'insolvenza;
  • azione di inefficacia ex art. 441. fali.;
  • azione di inefficacia ex art. 641. fali.;
  • azione ex art. 72 e ss.1. fali.;
  • azione di inefficacia ex art. 167 I. fall.;
  • azione revocatoria fallimentare art.67 e ss.);
  • opposizione allo stato passivo art.98 I. fall.l;
  • impugnazione dei crediti ammessi (art. 100 I. fall.);
  • insinuazione tardiva di credito (art. 1011. fall.);
  • istanza di revocazione contro crediti ammessi (art. 102 l. fall.l;
  • domanda di rivendicazione, restituzione e separazione di cose mobili (art. 103 I. fall.);
  • contestazione awerso il rendiconto del curatore (art.lI61. fall.);
  • cause di omologazione di concordato fallimentare;
  • cause di omologazione di concordato preventivo;
  • altri Istituti di diritto fallimentare (comprende tutte le azioni e i reclami e le impugnazioni in materia fallimentare).


CONTROVERSIE DI DlRITTO AMMINISTRATIVO:

  • opposizione all'ordinanza ingiunzione ex art. 22 L. n. 689/81 escluse quelle di lavoro e previdenza;
  • opposizione all' ordinanza d'ingiunzione ex art. 22 L.n. 689/81 (circolazione stradale);
  • risarcimento danni da occupazione illegittima e accessione invertita;
  • contenzioso di diritto tributario e doganale;
  • contenzioso di diritto valutario;
  • contenzioso relativo a beni demaniali;
  • risarcimento danni da prowedimento illegittimo della p.a.;
  • altre controversie di diritto amministrativo.


ALTRI ISTITUTI E LEGGI SPECIALI DI COMPETENZA DELLA CORTE IN PRIMO GRADO:

  • questioni di diritto della navigazione esclusi contratti di trasporto;
  • opposizione all'esecutorietà dei lodi arbitrali stranieri (art. 840 c.p.c.);
  • impugnazione di lodi nazionali (art. 828 e ss. c.p.c.);
  • espropriazione;
  • opposizione avverso il decreto di esecutività in materia civile di cui a Ue convenzioni di Bruxelles e Lugano;
  • accertamento dei requisiti delle sentenze straniere in materia diversa da quella matrimoniale;
  • svincolo indennità L. 686/1926 e L 2359/1865;
  • opposizione alle sanzioni amministrative comminate dalla Banca d'Italia (art. 145 d.lgs. n. 385/93).


VOLONTARIA GIURISDIZIONE

  • iscrizione albo consulenti;
  • stato civile (rettifica del nome e altri atti dello Stato civile);
  • nomina degli arbitri (art. 810 c.p.c.);
  • sanzioni amministrative comminate dalla Consob (d.lgs. n. 58/98 foro regionale);
  • decreto di omologa degli atti di società di capitali (art. 2436 c.c.);
  • altre materie soggette al procedimento camerale;
  • istanza di ammissione alla procedura di concordato preventivo (am. 160 del R.O. n. 267/1942);
  • ricorso e istanza per la dichiarazione di fallimento e relativo reclamo (artt. 6 e 22 del R.O. n. 267/1942);
  • accertamento dello stato di insolvenza nella liq. coatta amm. o nella amm. straord. e relativo reclamo;
  • istanza di ammissione ana procedura di amm. controllata (art 187 del R.o. n. 267/1942) e relativo reclamo;
  • conversione da fallimento in liquidazione coatta amministrativa;
  • conversione da fallimento in amministrazione straordinaria;
  • conversione da amministrazione straordinaria in fallimento;
  • procedimento di riabilitazione civile del fallito (art. 142 e ss., R.D. n. 267/1942);
  • reclamo avverso la chiusura del fallimento (artt. 118 e 1191.F.);
  • altri istituti di volontaria giurisdizione e proc. camerali in materia di fallimento e procedure concorsuali;
  • attuazione di sentenze e provv. stranieri e autorizzazione assunzioni rogatorie (artt. 67 e 69 L n. 218/95);
  • iscrizione albo liquidatori di avaria;
  • dichiarazione di esecutività delle sentenze in mat. civile e commerciale {conv. Bruxelles e Lugano (L.804/71);
  • trasmissione in forma autentica sentenze in forza della convenzione con la Repubblica di S. Marino;
  • richiesta documentazione titolo del debito pubblico;
  • altri istituti di competenza della Corte di Appello in lô grado;
  • reclamo avverso decreto inammissibilità responsabilità civile magistrati;
  • liquidazione delle spese e dell'onorario dell'arbitro (art. 814 c.p.c.);
  • dichiarazione di esecutività del lodo arbitrale (art. 825 c.p.c.);
  • procedimento disciplinare contro notaio;
  • reclamo avverso il rifiuto del conservatore di procedere alla cancellazione di ipoteca;
  • proc. degli ordini professionali (iscrizione, elezione, impugnazione contro provvedimento disciplinare, etc.;
  • altri istituti di volontaria giurisdizione e procedimenti camerali (residuale);
  • reclamo alla Corte di Appello avverso procedimenti cautelati (avverso nomina sequestratario art. 79 d.a.c.c.);
  • esecutorietà lodo arbitrale straniero (provvedimento presidenziale).


Sono attribuite in ogni caso alla competenza della prima sezione civile le cause in materia di:

  • stato della persona e diritti della personalità ad eccezione della protezione internazionale),
  • espropriazione per pubblica utilità e istituti connessi (L. 22. 10. 1971 n. 865 e succo modifiche);
  • applicazione dell'Accordo di amicizia e buon vicinato con la Repubblica di San Marino, con delega per il provvedimento monocratico ante causam al presidente della sezione;
  • rogatorie nazionali civili concernenti te materie trattate dalla sezione (artt. 203, 359 c.p.c.);
  • rogatorie civili straniere(comunitarie ed extracomunitarie) in qualsiasi materia;
  • opposizione alle sanzioni irrogate dal U.I.c.;
  • Ufficio Italiano Cambi, dalla Banca d'Italia e dalla CON50B;
  • opposizione contro i decreti sanzionatori della COVIP Commissione di Vigilanza sui fondi Pensione (art.19 quater d.lgs. n. 252/2005);
  • procedimenti relativi agli ordini professionali (iscrizione, elezione, impugnazione contro provvedimenti disciplinari etc.;
  • impugnazioniavverso i provvedimenti della COREDI (Commissione amministrativa regionale di disciplina dei notai del Lazio (d.lgs. 1-8-2006 n.249);
  • reclamo contro i decreti del tribunale fallimentare (art. 26);
  • esdebitazione (art. 143);
  • impugnazioni in tema di omologazione, risoluzione e annullamento del concordato preventivo (art. 182-bis, 183, e 186);
  • impugnazioni in tema di liquidazione coatta amministrativa (art. 195 e segg.) o di amministrazione straordinaria.

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Primo
109
06398088252 8054

 

Presidente di sezione:
Dott.ssa Gianna Maria ZANNELLA

Funzionario giudiziario responsabile:
Dott.ssa Stefania MIGLIORE

sez2civile.ca.roma@giustizia.it

Sono attribuite alla SECONDA sezione civile specializzata in materia di impresa le seguenti materie:

DIRITTO INDUSTRIALE:

  • sequestro in materia di autore, invenzioni e marchi;
  • brevetto (invenzione e modello)-Marchio: Altre ipotesi;
  • brevetto (invenzione e modello)-Marchio: nullitàDecadenza;
  • brevetto di invenzione;
  • marchio;
  • diritto di autore;
  • ditta-insegna-denominazione sociale-ragione sociale;
  • altri istituti di diritto industriale;
  • nome a dominio;
  • altri istituti di diritto industriale (vecchio rito);
  • brevetto (Invenzione e modello)-Marchio.


CONCORRENZA SLEALE:

  • concorrenza sleale-vecchio rito;
  • concorrenza sleale;
  • concorrenza sleale interferente-marchio di fatto;
  • concorrenza sleale Interferente-marchio di fatto-nome a dominio.


ILLECITI PREVISTI DALLA LEGGE n.287/199O:

  • nullità e risarcimento a tutela della concorrenza e del mercato (art. 33 L n. 287/90);
  • prow. cautelari tutela della concorrenza e del mercato (art. 33 L n. 287/90);
  • azioni e prowedlmentl di urgenza legge antl trust (art. 33 L 287/1990).


DIRITTO SOCIETARIO:

  • responsabilità degli organi amministrativi e di controllo;
  • cause di responsabilità proposte da I.e.a. in società di revisione;
  • impugnazione delle deliberazioni dell'assemblea e del cda di società
  • rapporti sociali e cessioni di partecipazione nelle società;
  • cause In materia di trasferimento di partecipazioni sociali etc.;
  • cause in materia di patti parasociati;
  • opposizione dei creditori alta fusione di società
  • altri istituti di diritto societario;
  • cause di responsabilità verso organi amministrativi post d.vo 5/2003 (vecchio rito);
  • impugnazione delle delibere delle assemblee e dei cda post d.vo 5/2003 (vecchio rito); altri istituti del diritto societario non soggetti al d.vo 5/5003;
  • cause di responsabilità contro organi amministrativi e di controllo, liquid.;
  • impugnazione delle deliberazioni dell'assemblea e del cda delle società;
  • cause in materia di rapporti societari, ivi compresi quelli concernenti quelli concernenti le società di fatto nonché l'accertamento. la costituzione, la modificazione o  l'estinzione del rapporto societario;
  • cause in materia di trasferimento di partecipazioni sociali e di negozi o di diritti;
  • cause in materia di patti parasociali;
  • cause in materia di offerte pubbliche di acquisto, di scambio e di vendita (opal; altri istituti del diritto societario soggetti al d.vo 5/5003;
  •  pagamento di somma di danaro o di consegna di cosa mobile in materia di trasferimento di partecipazioni sociali e di negozi o diritti inerenti;
  • decreto di accertamento dello scioglimento della società (art. 2485 c.c.).


Sono inoltre attribuite in via esclusiva alla sezione specializzata in materia di impresa:

  • le cause relative all'applicazione degli am. 81 e 82 del trattato CE in materia di accordi tra imprese e abuso di posizione dominante.


Ulteriori materie omogenee attribuite alla sezione specializzata:


PERSONE GIURIDICHE: 

  • associazione e comitato;
  • associazione in partecipazione;
  • consorzio;
  • fondazione;
  • altri istituti persone giuridiche.


CONTRATTI BANCARI: 

  • deposito, cassetta di sicurena, apertura di credito, anticipazione, conto corrente, sconto bancario;
  • mutuo bancario;
  • fideiussione-polizza fideiussoria;
  • intermediazlone finanziaria (S.l.M.) e contratti di borsa;
  • contratti bancari cui non si applica il d.l.vo n. 5/2003 (vecchie cause);
  • intermedlazione mobiliare (fondi di investimento e simili, cui si applica il d.vo. 5/2003;
  • altri contratti bancari e controversie di cui alla lettera e) art. 1 d.l.vo n. 5/2003;
  • pagamenti in controversie tra banche di cui alle lettere e), f) art. 1 d.l.vo n. 5/2(03).


DIRITTO SOCIETARIO:

  • cause di responsabilità contro gli organi amministrativi e di controllo, direttori generali e i liquidatori delle società, delle mutue assicuratrici e società cooperative, e dei consorsi; (COLLEGIO) e contro te società di revisione;
  • cause di responsabilità proposte dalla LCA. in società fiduciarie e di revisione ex art. 2, L n. 430/1986;
  • rapporti sociali e cessione di partecipazione nelle società di fatto, di persone, di capitali, di cooperative e mutue assicuratrici;
  • opposizioni dei creditori alla fusione delle società.


VOLONTARIA GIURISDIZIONE:

  • ammortamento titoli;
  • apertura forzata di cassetta di sicurezza (art. 1841 c.c.);
  • cancellazione di nome dall'elenco dei protesti (art. 12, L. n. 349/1973);
  • disposizioni in materia di riabilitazione civile del debitore protestato art. 17 L. 108/96;
  • decreto di -omologa-degli atti di società di capitali;
  • nomina di liquidatore (art. 2275 e 2450 c.c.);
  • convocazione di assemblea ex art. 2367 c.c.;
  • denunzia ex art. 2409 c.c. (COLLEGIO);
  • riduzione del capitale per perdite (art. 2446 c.c.) (COLLEGIO);
  • altri Istituti di volontaria giurisdizione e procedimenti camerali in materia di diritto societario;
  • nomina di esperto (artt. 2343, 2440, 2498, 2501 quinquies,2504 novies c.c., etc.);
  • nomina e revoca di liquidatore (art. 2275 e 2487 c.c. -plurilaterali);
  • convocazione di assemblea (art. 2367 c.c.) post riforma d.l.vo n. 5/2003;
  • nomina di esperto (artt_ 2343, 2343-bis, 2437-ter. 2501-sexies, 2545-undedes c.c., etc. post 2003);
  • denunzia al tribunale (art. 2409, 2545-quinquiesdecies c.c. -post 2003);
  • nomina del rappresentante comune obbligazionisti e possessori azioni di risparmio (art. 2417 c. c.);
  • nomina del rappresentante comune comproprietari di azioni, quote, obbligazioni (art. 2347, 2468, 2417);
  • riduzione del capitale per perdite (art. 2446, 2482-bis c.c. post riforma 2003);
  • ricorso al Giudice del Registro.

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Primo
120
06398088186-8111

 

Presidenti di sezione:
Dott. Giuseppe LO SINNO    

Direttore:
Dott.ssa Valeria BONFIGLIO 

sez3civile.ca.roma@giustizia.it

Sono attribuite alla TERZA SEZIONE CIVILE (ex seconda) le seguenti materie condivise con la quarta sezione ed assegnate con criteri di alternanza e in pari misura tra le due sezioni:

CONTRATTI E OBBLIGAZIONI

  • cessione dei crediti;
  • arbitraggio e perizia contrattuale;
  • vendita di cose immobili;
  • vendita di cose mobili;
  • appalto altre ipotesi ex art. 1655 c.c. (ivi compresa azione ex art. 1669 c.c.);
  • somministrazione;
  • spedizione e trasporto (nazionale, internazionale, terrestre, marittimo);
  • mandato;
  • agenzia;
  • mediazione;
  • deposito;
  • mutuo (non bancario);
  • transazione;
  • promessa di pagamento e ricognizione di debito;
  • titoli di credito;
  • indebito soggettivo e oggettivo;
  • altri contratti tipici e obbligazioni non rientranti nelle altre materie;
  • azione surrogatoria ex art. 2900 c.c.v;
  • azione revocatoria ordinaria ex art. 2901 c.c.;
  • privilegio;
  • pegno-ipoteca-trascrizione e pubblicità di beni immobili e mobili;
  • donazione (se non connessa con cause in materia di successione o divisione-ereditaria);
  • cessione di azienda;
  • concessione di vendita;
  • distribuzione;
  • factoring;
  • franchising;
  • leasing;
  • licenza d'uso;
  • noleggio;
  • subfornitura;
  • altri contratti atipici;
  • cause relative alla validità o efficacia del contratto o di singole clausole (azione di simulazione, nullità, annullamento, etc.).

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

 

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL.
Via A. Varisco n. 3/5
Primo
119
06398088107-8110

 

Presidenti di sezione:
Dott. Giovanni BUONOMO    

Direttore:
Dott.ssa Valeria BONFIGLIO   

sez4.civile.ca.roma@giustizia.it

Sono attribuite alla QUARTA sezione dvile (ex seconda) le seguenti materie, condivise con la terza sezione ed assegnate con criteri di alternanza e in pari misura tra le due sezioni.

CONTRATII E OBBLIGAZIONI: 

  • cessione dei crediti;
  • arbitraggio e perizia contrattuale;
  • vendita di cose immobili;
  • vendita di cose mobili;
  • appalto-altre ipotesi ex art. 1655 c.c. (ivi compresa azione ex art. 1669 c.c.);
  • sommlnistrazione;
  • spedizione e trasporto (nazionale, internazionale, terrestre, marittimo);
  • mandato;
  • agenzia;
  • mediazione;
  • deposito;
  • mutuo (non bancario);
  • transazione;
  • promessa di pagamento e ricognizione di debito;
  • titoli di credito;
  • indebito soggettivo e oggettivo;
  • altri contratti tipici e obbligazioni non rientranti nelle altre materie;
  • azione surrogatoria ex art. 2900 C.C.v;
  • azione revocatoria ordinaria ex art. 2901 c.c.;
  • privilegio;
  • pegno-ipoteca-trascrizione e pubblicità di beni immobili e mobili;
  • donazione (se non connessa con cause in materia di successione o divisione ereditaria);
  • cessione di azienda;
  • concessione di vendita;
  • distribuzione;
  • factoring;
  • franchising;
  • leasing;
  • licenza d'uso;
  • noleggio;
  • subfornitura;
  • altri contratti atipici;
  • cause relative alla validità o efficacia del contratto o di singole clausole (azione di simulazione, nullità , annullamento, etc.).

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
 
 
06398088063-8064

Presidente:
Dott.ssa Marianna D'AVINO

Funzionario giudiziario responsabile:
Dott.ssa Emanuela DENTONI    

sez5.civile.ca.roma@giustizia.it

Sono attribuite alla QUINTA sezione civile le seguenti materie condivise con la sesta sezione ed assegnate con criteri di alternanza e in pari misura tra le due sezioni:

RESPONSABILITA' EXTRACONTRATTUALE

  • responsabilità professionale;
  • danni a cose;
  • lesione personale;
  • morte;
  • responsabilità dei genitori, dei tutori e dei maestri (art. 2048 c.c.);
  • responsabilità del produttore;
  • responsabilità ex artt. 2049 -2051 -2052 c.c.;
  • responsabilità per l'esercizio di attività pericolose (art. 205O c.c.);
  • rovina di edificio (art.1DS3 c. c.);
  • altre ipotesi di responsabilità extracontrattuale non ricomprese nelle altre materie (art. 2043 c. c. e norme speciali).


CONTRATTI E OBBLIGAZIONI VARIE

  • arricchimento senza causa;
  • cause relative a rapporti di assicurazione (danni);
  • cause relative a rapporti di assicurazione (vita);
  • prestazione d'opera intellettuale-responsabilità professionale;
  • altri contratti d'opera.


Alla sezione quinta e alla sesta (ex terza) sono comunque attribuite, a prescindere dal codice oggetto utilizzato al momento della iscrizione a ruolo:
- tutte le cause di risarcimento del danno a persone o cose derivanti da incidente stradale, comprese le cause di risarcimento danni causati dalla circolazione dei veicoli di proprietà della P.A.

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
 
 
06398088061-8062

 

Presidenti di sezione:
Dott. Emilio NORELLI   

Funzionario giudiziario responsabile:
Dott.ssa Emanuela DENTONI    

sez6.civile.ca.roma@giustizia.it

Sono attribuite alla SESTA sezione civile le seguenti materie condivise con la settima sezione ed assegnate con criteri di alternanza e in pari misura tra le due sezioni:

RESPONSABIUTA' EXTRACONTRATTUALE

  • responsabilità professionale;
  • danni a cose;
  • lesione personale;
  • morte;
  • responsabilità dei genitori, del tutori e dei maestri (art. 2048 c.c.);
  • responsabilità del produttore;
  • responsabilità ex artt. 2049-2051-2052 c.c.;
  • responsabilità per l'esercizio di attività pericolose (art. 2050 c.c.);
  • rovina di edificio (art. 2053 c. c.);
  • altre ipotesi di responsabilità extracontrattuale non ricomprese nelle altre materie (art. 2043 c. c. e norme speciali).


CONTRATTI E OBBLIGAZIONI VARIE

  • arricchimento senza causa;


Alla sezione sesta (ex terza) sono comunque attribuite, come per la quinta sezione, a prescindere dal codice oggetto utilizzato al momento della iscrizione a ruolo, tutte le cause di risarcimento del danno a persone o cose derivanti da incidente stradale, comprese le cause di risarcimento danni causati dalla circolazione dei veicoli di proprietà della P.A.

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Secondo
220-221
06398088079-8080

 

Presidenti di sezione:
Dott. Franco PETROLATI    

Funzionario giudiziario responsabile:
Dott.ssa Miriam TEMPERINI    

sez7.civile.ca.roma@giustizia.it

Sono attribuite alla SETTIMA sezione civile le seguenti materie condivise con la ottava sezione ed assegnate con criteri di alternanza e in pari misura tra le due sezioni:

SUCCESSIONI:

  • cause di impugnazione dei testamenti e di riduzione per lesione di legittima;
  • altri istituti relativi alle successioni;
  • donazione connessa con cause di successione ereditaria (scioglimento di comunione, lesione di legittima ecc.);
  • nomina del curatore dell'eredità rilasciata ex art. 50S c. c.;
  • nomina del curatore dell'eredità giacente (art. 528 c. c.);
  • autorizzazioni al curatore dell'eredità giacente per gli atti eccedenti l'ordinaria amministrazione (artt. 782 c. p. c. e 530 c. c.l;
  • proroga per la redazione dell'inventario dell'eredità accettata con beneficio di inventario ex art. 485 c.c.;
  • autorizzazione all'alienazione di beni di eredità accettata con beneficio d'inventario (art.493 cc);
  • vendita di beni ereditari (beni immobili);
  • vendita di beni ereditari: beni mobili; 4.20.32S vendita di beni ereditari mobili ante accettazione (art. 460 c.c.);
  • vendita di beni ereditari immobili ante accettazione (art. 460 c.c.);
  • fissazione termini in materia successoria (am. 749 c. p. c., 481 e 496 c. c.);
  • apposizione e rimozione sigilli in materia successoria (am.752-762 ss c.p.c.);
  • nomina dell'ufficiale che procede all'inventario ex art. 769 c. p. c.;
  • altri istituti di volontaria giurisdizione e procedimenti camerali in materia di successioni;
  • divisione di beni caduti in successione.


DIRITII REALI-POSSESSO-DIVISIONE-TRASCRIZIONE

  • denuncia di nuova opera o di danno temuto (art.688 c.p.c.);
  • tabelle millesimali;
  • altri rapporti condominiali;
  • divisione di beni non caduti in successione;
  • abitazione-uso;
  • comunione e condominio: impugnazione di delibera assembleare, spese condominiali, tabelle millesimali e altri rapporti condominiali;
  • nomina di amministratore di condominio;
  • nomina di amministratore di comunione;
  • revoca di amministratore di condominio e comunione;
  • enfiteusi;
  • possesso (compresi diritti ed obblighi del possessore non riconducibili alle azioni di reintegrazione e manutenzione);
  • altri istituti in materia di diritti reali, possesso e trascrizione;
  • proprietà
  • servitù;
  • superficie;
  • usucapione ex art. 1159 cc;
  • usucapione art. bis 1159 cc;
  • usufrutto;


LOCAZIONI

  • intimazione di sfratto per morosità (art. 658 c.c.)-uso abitativo;
  • cessazione del contratto di locazione alla scadenza: uso abitativo;
  • cessazione del contratto di locazione alla scadenza: uso diverso;
  • recesso dal contratto del conduttore: uso abitativo;
  • recesso dal contratto del conduttore: uso diverso;
  • risoluzione del contratto di locazione per inadempimento: uso abitativo;
  • risoluzione del contratto di locazione per inadempimento: uso diverso;
  • pagamento del corrispettivo - indennità di avviamento - ripetizione di indebito - risarcimento del danno;
  • diritto di prelazione o diritto di riscatto del conduttore (ex L n. 392/1978, ex L. n. 431/1998 e aitre leggi speciali);
  • comodato di immobile urbano;
  • affitto di azienda;
  • opposizione al decreto di graduazione dello sfratto ex art. 6 L. 413/1998;
  • occupazione senza titolo di immobile;
  • altri istituti del diritto delle locazioni.

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Secondo
221
06398088079-8080

 

Presidente:
Dott. Franco PETROLATI

Funzionario Responsabile:
Dott.ssa Miriam TEMPERINI

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Secondo
218-219
06398088237-8078

 

Presidente di Sezione:
Dott.ssa Franca MANGANO

Funzionario responsabile:
Dott.ssa Miriam TEMPERINI    

sez8.civile.ca.roma@giustizia.it

Sono attribuite alla OTTAVA sezione civile le seguenti materie condivise con la settima sezione ed assegnate con criteri di alternanza e in pari misura tra le due sezioni:

SUCCESSIONI:

  • cause di impugnazione dei testamenti e di riduzione per lesione di legittima;
  • altri istituti relativi alle successioni;
  • donazione connessa con cause di successione ereditaria (scioglimento di comunione, lesione di legittima ecc.);
  • nomina del curatore dell'eredità rilasciata ex art. 508 c.c.;
  • nomina del curatore dell'eredità giacente (art. 528 c.c.);
  • autorizzazioni al curatore dell'eredità giacente per gli atti eccedenti l'ordinaria amministrazione (am. 782 c. p. c. e 530 c.c.);
  • proroga per la redazione dell'inventario dell'eredità accettata con beneficio di Inventario ex art. 485 c.c.;
  • autorizzazione all'alienazione di beni di eredità accettata con beneficio d'inventario (art.493 cc);
  • vendita di beni ereditari (beni immobili);
  • vendita di beni ereditari: beni mobili;
  • vendita di beni ereditari mobili ante accettazione (art. 460 c.c.);
  • vendita di beni ereditari immobili ante accettazione (art. 460 c.c.l;
  • fissazione termini in materia successoria (artt. 749 c. p. c., 481 e 496 c. c.l;
  • apposizione e rimozione sigilli in materia successoria (am.752-762 ss c.p.c.);
  • nomina dell'ufficiale che procede all'inventario ex art. 769 c. p. c.;
  • altri istituti di volontaria giurisdizione e procedimenti camerali in materia di successioni;
  • divisione di beni caduti in successione.


DIRITTI REALI - POSSESSO - DIVISIONE - TRASCRIZIONE

  • denuncia di nuova opera o di danno temuto (art.688 c.p.c.);
  • tabelle millesimali;
  • altri rapporti condominiali;
  • divisione di beni non caduti in successione; abitazione-uso;
  • comunione e condominio: lmpugnazioni di delibera assembleare, spese condominiali, tabelle miileslmali e altri rapporti condominiali;
  • nomina di amministratore di condominio;
  • nomina di amministratore di comunione;
  • revoca di amministratore di condominio e comunione;
  • enfiteusi;
  • possesso (compresi diritti ed obblighi del possessore non riconducibili alle azioni di reintegrazione e manutenzione);
  • altri istituti in materia di diritti reali, possesso e trascrizione;
  • proprietà
  • servitù
  • superficie;
  • usucapione elC art. 1159 cc;
  • usucapione art. 1159 bis cc;
  • usufrutto.


LOCAZIONI:

  • intimazione di sfratto per morosità (art. 658 c.c.) uso abitativo;
  • cessazione del contratto di locazione alla scadenza: uso abitativo;
  • cessazione del contratto di locazione alla scadenza: uso diverso;
  • recesso dal contratto del conduttore; uso abitativo;
  • recesso dal contratto del conduttore: uso diverso;
  • risoluzione del contratto di locazione per inadempimento: uso abitativo;
  • risoluzione del contratto di locazione per inadempimento: uso diverso;
  • pagamento del corrispettivo-indennità di avviamento-ripetizione di indebito-risarcimento del danno;
  • diritto di prelazione o diritto di riscatto del conduttore (ex l n. 392/1978, ex L. n. 431/1998 e altre leggi speciali);
  • comodato di immobile urbano;
  • affitto di azienda;
  • opposizione al decreto di graduazione dello sfratto ex art. Gl. 413/1998;
  • occupazione senza titolo di immobile;
  • altri istituti del diritto delle locazioni.

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

 

 

VII SEZIONE CIVILE

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Secondo
220
06398088079-8080

 

Presidente:
Dott. Franco PETROLATI

Funzionario Responsabile:
Dott.ssa Miriam TEMPERINI

 


 

VIII SEZIONE CIVILE

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Secondo
218
06398088079-8080

 

Presidente:
Dott.ssa Franca MANGANO

Funzionario Responsabile:
Dott.ssa Miriam TEMPERINI

 

Sono attribuite al TRIBUNALE REGIONALE PER LE ACQUE PUBBLICHE:

  • istituti e leggi speciali di competenza della CdA, del TRAP-Controversie di competenza del Tribunale Regionale delle acque Pubbliche comprendenti demanialit &grave delle acque;
  • derivazioni e limitazioni di acque pubbliche;
  • occupazione ed espropriazione acque ed opere idrauliche;
  • ricorsi elC artt. 25 e 29 T.U. pesca (R.D. 18. lO. 1931 n. 1604);
  • risarcimento danni da provvedimenti concernenti acque.
  • Demanialità delle acque
  • Derivazioni e limitazioni di acque pubbliche
  • Occupazione ed espropriazione acque ed opere idrauliche
  • Ricorsi es artt. 25-29 T.T. pesca (R.D.18/10/1931 n.1604)
  • Risarcimento danni da provvedimenti concernenti acque

Le cause di revocazione ex art.395c.p.c. sono assegnate ad una sezione diversa da quella che ha pronunciato la sentenza impugnata,tenendo conto del diverso caricodi lavoro delle Sezioni e dell'affinità della materia.
I procedimenti provenienti da rinvio della Corte di Cassazione ed i ricorsi proposti ex art. 6comma 4 L. 30/7/1990, n.217 vengono così assegnati: i processi annullati ed i ricorsi proposti avverso decisioni della 1° sez alla 2°, quelli della 2° alla 3°, quelli della 3° alla 4°; quelli dela 4°e Sezione Persona e Famiglia alla 1°.
Il Tribunale Regionale delle Acque Pubbliche ha sede presso la 1°sez. civile; il collegio per le espropriazionied i contributi di miglioria ha sede presso la4°Sezione Civile.

Per la circoscrizione di Roma, l'Aquila, Perugia ed Ancona.
l. Il Tribunale tiene udienza collegiale alle ore 12,00 del primo giovedi nella sala di udienza della la sezione civile della Corte d'appello e le udienze istruttorie alle ore Il,30 dello stesso giorno.
Il Tribunale giudica col numero di tre componenti. L'esperto presta giuramento all'atto dell'assunzione dell'incarico davanti al Presidente della Sezione, ai sensi dell'art. 4 della legge 23 dicembre 1946 (in relazione all'art. 64 dell'Ordinamento giudiziario).
2. Nel depositare nella Cancelleria centrale civile il ricorso, l'istante deve pagare il contributo unificato dovuto negli importi e con le modalità previsti dall'art. 13 del T. U. D. L. in materia di giustizia TESTO B  D. L. 30 maggio 2002, n. 113.
3. Le conclusioni definitive di cui all'art. 130 del R.D. Il dicembre 1933, n. 1775, se contengono non proposte nel ricorso, vanno presentate per iscritto. L'originale di tali conclusioni, redatto in bollo, deve portare su ciascun foglio tante marche quante sono le parti o i procuratori con i quali si scambia. Nel momento in cui si presentano le predette conclusioni si devono esibire, scritte su carta libera, tante copie di esse quante sono necessarie per le parti fra le quali si scambiano e per i componenti del collegio.
4. Rimesse le parti ad udienza del Tribunale, i documenti presentati restano depositati nella cancelleria, dove potrà prendersene visione fino a 5 giorni liberi prima dell'udienza collegiale.
5. La cancelleria non è autorizzata a ricevere le memorie consentite dall'art. 180 del R.D. Il dicembre 1933, n. 1775, se la consegna non sia fatta almeno sette giorni liberi prima di quello fissato per la discussione. Quando l'ultimo giorno utile per la presentazione delle memorie sia festivo, il deposito dovrà essere eseguito non oltre il giorno feriale precedente quello festivo.

Il Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche (ha sede in Cassazione)

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Secondo
219
06398088079-8080

 

Presidente:
Dott.ssa Franca MANGANO

Funzionario Responsabile:
Dott.ssa Miriam TEMPERINI

EDIFICIO
PIANO
STANZA
TEL
Via A. Varisco n. 3/5
Primo
 
06398088129

 

Funzionario giudiziario responsabile:
Dott.ssa Luciana CASCIARDI

equariparazione.ca.roma@giustizia.it

AVVISO
Oggetto: Liquidazione legge Pinto N.B. Per i decreti depositati a far data dal 1 settembre 2015, pagamenti sono eseguiti direttamente dal Ministero della Giustizia utilizzando il procedimento indicato nel relativo sito, pertanto le relative richieste non dovranno essere inviate a questa Corte Informazioni relative al pagamento delle condanne ai sensi della legge "Pinto" Decreti di Equa Riparazione RICORRENTE c/o MINISTERO della GIUSTIZIA
La sezione Equa Riparazione non ha competenza per la liquidazione delle somme indicate nei decreti.
La competenza è dell'UFFICIO RAGIONERIA della Corte di Appello se la parte resistente è il Ministero della Giustizia per i decreti Pubblicati fino al 31 agosto 2015.
Le PEC utili sono:
ragioneria.ca.roma@giustiziacert.it e prot.ca.roma@giustiziacert.it
Sul sito della Corte di Appello di Roma alla home page, in alto a sinistra, sotto la voce " Richieste Legge Pinto " ci sono le indicazioni relative alla modalità delle richieste di pagamento delle somme indicate nei decreti di Equa Riparazione.

AVVISO
Presentazione richieste di rilascio di copie dei provvedimenti di accoglimento per equa riparazione (disposizione di servizio n.44/2014).

Sono attribuite alla sezione per l'EQUA RIPARAZIONE le seguenti materie:

ALTRI ISTITUTI E LEGGI SPECIALI DI COMPETENZA DELLA CDA IN PRIMO GRADO

  •  equa riparazione per violazione del termine ragionevole del processo (L n. 89/2001)

E' stata istituita dalla L.24 marzo 2001, n. 89 ed è incaricata della trattazione dei ricorsi di cui agli artt. 3 e segg., della legge suindicata;

La domanda si propone con ricorso depositato al Ruolo Generale della Corte di Appello, sottoscritto da un difensore munito di procura speciale e contenente gli elementi di cui all'articolo 125 del codice di procedura civile.


MODULISTICA:

Avviso per Copie Sentenze

COPIE CONFORMI CARTACEE EX 475 CPC  L.197-22 - DEFINITIVO

ISTANZA DI CERTIFICATO DI NON PROPOSTO RICORSO PER CASSAZIONE

RICHIESTA DI CERTIFICATO DI NON OPPOSIZIONE

 

Direttore:
Dott. Marco COLZI

Competenze:

E’ assegnato il compito di accertare l’esistenza del credito, provvedere alla chiusura del foglio delle notizie predisposto dalle Sezioni civili e, dopo il passaggio in giudicato della sentenza, inviare gli atti al competente ufficio recupero crediti o alla P.A. costituita in giudizio qualora vi sia il titolo di recupero.

Torna a inizio pagina Collapse